La nostra storia – Croce Rossa Italiana

La nostra storia

Il Comitato Locale della Croce Rossa di Busto Arsizio fu fondato nel 1905 quando la città, di circa 25.000 abitanti, era  molto dinamica e fiorente, grazie soprattutto ai numerosi stabilimenti che producevano tessuti destinati ai mercati dell’America e dell’Asia.
Da parte degli industriali c’era un sensibile interessamento verso l’Ospedale Civico, gestito dalla Congregazione di Carità, che assicurava la salute dei cittadini e l’assistenza dei malati cronici.
Entro questa attenzione verso la pubblica assistenza si colloca l’istituzione in città, appunto nel 1905, di un Sottocomitato della Croce Rossa dipendente da Milano che affiancò per taluni servizi il personale ospedaliero.
Fra le numerose e più urgenti iniziative assunte da questo Sottocomitato ci fu anche l’istituzione della Scuola Samaritana specializzata nei primi soccorsi, con la  scelta di una trentina di operai e impiegati nei vari stabilimenti ai quali si dava l’istruzione pratica necessaria a farne diventare dei buoni infermieri.
Alla fine del gennaio 1914 il Sottocomitato Locale comunicò il seguente annuncio alla “Prealpina” bustese che pubblica l’articolo così:

 

“Veniamo informati che al nostro Sottocomitato sono pervenute due grandi tende, regalate dagli industriali della città, che dovranno servire, una per il ricovero degli infermi, per malattie mediche, l’altra per gli infermi per malattie chirurgiche. Le due tende sono capaci ciascuna di 20 degenti; tanto da considerarle equivalenti ad un piccolo Ospedale”

 

Ciò prova l’alta considerazione in cui era tenuto il Sottocomitato di Croce Rossa della nostra città.
Il Sottocomitato di allora, oggi Comitato fu presente durante i grandi conflitti mondiali, sia nella prima che nella seconda Guerra prestando un importante servizio riconosciuto poi da ampi elogi e da meritate onorificenze.  Ricevette infatti una medaglia d’argento e la Croce di Guerra.
L’attività di assistenza continuò in città anche negli anni dopo la seconda guerra mondiale con l’impegno di tanti militi infermieri e volontari  e con l’aiuto delle numerose crocerossine bustesi presenti sui fronti di guerra all’estero o in Italia nelle grandi calamità naturali.
Gli anni successivi portarono il Sottocomitato della Croce Rossa ad essere considerato, insieme ai Vigili del Fuoco, un modello di soccorso per la città.  Sede dell’attuale Comitato Locale è la palazzina comunale di Via Castelfidardo, un tempo Caserma dei Vigili del Fuoco.
Oggi il Comitato Locale di Croce Rossa, grazie all’impegno di numerosi volontari delle diverse aree,  svolge un’intensa attività di soccorso in urgenza ed emergenza, che va dal trasporto infermi, all’ educazione sanitaria nelle scuole e nelle fabbriche, e all’attività infermieristica gratuita presso 4 ambulatori della città e precisamente nel rione Frati, rione San Michele, al Villaggio S. Anna e presso la Casa della Salute di Borsano; aperti tutte le mattine dalle ore 9,30 alle 10,30 con eccezione dell’Ambulatorio Frati aperto anche la sera dalle 18, alle 19,00. In tali ambulatori si praticano terapie iniettive, misurazione di pressione e glicemia e piccole medicazioni.
Un’altra attività importante è l’attività socio-assistenziale rivolta ai bisognosi, grazie alla raccolta di fondi e la distribuzione di presidi sanitari per le disabilità temporanee.
Le principali attività effettuate dal Comitato Locale di Busto Arsizio, sono svolte dai dipendenti per il servizio di trasporto infermi e con il 118 per le emergenze, durante le ore diurne, mentre i Volontari svolgono il medesimo servizio nelle ore notturne, e nei giorni festivi,  così pure per le attività di emergenza e di Protezione Civile, servizio di assistenza alle manifestazioni sportive e ai vari eventi,  aiuto e sostegno ai senza tetto presenti in città.

Il Comitato Locale promuove inoltre la formazione interna e divulgazione  dei principi e dei valori della Croce Rossa e del Diritto Internazionale Umanitario.

Le Infermiere Volontarie, ausiliarie delle Forze Armate, prestano la loro opera infermieristica in tutti i settori della vita sociale in cui viene chiesta l’assistenza: negli ambulatori, in Ospedale, in Caserma a fianco delle Forze armate e partecipando alle diverse missioni di pace nel mondo. Svolgono corsi di Primo Soccorso e di educazione alla salute alla popolazione, di Diritto Internazionale Umanitario e storia della Croce Rossa nelle scuole e nelle fabbriche e alla popolazione.

 

S.lla Giovanna Bonvicini