Attività sul territorio – Croce Rossa Italiana

Blog Archives

I giovani della Croce Rossa nelle scuole contro razzismo e bullismo

Attraverso favole e giochi, il Team PACE dei giovani della Croce Rossa di Busto Arsizio combattono razzismo e bullismo nelle scuole.

Questo percorso di educAZIONE fa parte di una delle tante attività svolte dai giovani della CRI Busto sul territorio e in particolar modo nelle scuole, affinchè le generazioni future vengano sensibilizzate su tematiche riguardanti la non discriminazione, la sicurezza stradale, l’educazione a uno stile di vita sano e la protezione dalle malattie sessualmente trasmissibili.

Leggi l’articolo completo QUI.

Open Day Corso per Infermiere Volontarie della Croce Rossa

Il giorno sabato SABATO 13 OTTOBRE 2018 ore 10:00 / 19:00 presso la Sede C.R.I. via Castelfidardo 17 a Busto Arsizio si terrà l’Open Day del Corso per Infermiere Volontarie della Croce Rossa Italiana.
Un’occasione importante per conoscere le “CROCEROSSINE ”, le modalità di ammissione al corso, le loro attività e gli ambiti in cui operano.

 

Per maggiori informazioni riguardo i requisiti e il corso stesso visita la pagina dedicata.

Svelato il progetto della nuova sede della Croce Rossa di Busto Arsizio

Ieri, domenica 23 settembre 2018, si è tenuta la terza edizione della manifestazione podistica “7 km x 7 Principi” organizzata dal Comitato CRI di Busto Arsizio.

Al termine della corsa, durante un breve momento istituzionale al quale hanno partecipato le alte cariche cittadine, volontari e cittadini, è stato svelato il progetto della nuova sede della Croce Rossa di Busto Arsizio.

Un edificio su un solo piano, moderno e spazioso che meglio potrà adempire ai compiti operativi (e non solo) del nostro Comitato. A breve inoltre il via ai lavori che, secondo le previsioni dovrebbero concludersi entro la fine del 2019 con il trasloco definitivo dalla vecchia e inadeguata sede verso la nuova appena costruita.

Qui di seguito l’articolo a riguardo di Malpensa24 : VAI ALL’ARTICOLO

Piccoli gesti di un’Italia che aiuta

Anche questa sera, come ogni venerdì, dalla nostra sede parte verso la stazione un profumato minestrone per i senzatetto della nostra città. In questo piatto tradizionale, ricco di vitamine, si possono tuffare i crostini tostati con le erbe aromatiche preparati da noi grazie alla generosità del Panificio Maccia di via Varese, Busto Arsizio che puntualmente, a fine giornata, ci dona tanto buon pane: anche questi gesti silenziosi sono l’Italia che aiuta.

 

Attività PACE : insieme contro il bullismo

Martedi 10 aprile è stata una giornata inaspettata per noi giovani volontari della Croce Rossa, una giornata piena di emozioni al di fuori da ogni schema possibile. Abbiamo incontrato una classe per il progetto “Siamo Favolosi” della campagna contro il bullismo di Educazione alla Pace. Ma ciò che abbiamo conosciuto è stato qualcosa di spettacolare. Abbiamo incominciato, come sempre, con la presentazione della nostra Associazione invitandoli a raccontarci dove l’hanno incontrata e secondo loro come opera per gli altri. Le solite risposte: “Salva le persone” “Durante gli incidenti” “L’ambulanza con le sirene!”. Ed altre mille risposte che ormai da un anno e mezzo sentiamo dai piccoli ragazzi che incontriamo durante le nostre attività.
L’urgenza di lavorare con quella classe, però, si è fatta sentire subito dopo, quando una delle volontarie ha “provocato” il gruppo classe chiedendo cosa fosse, secondo loro, il bullismo. E da lì in poi, a poco a poco, ne abbiamo percepito la presenza, che, ormai da tempo, occupava un posto fisso tra i banchi scolastici. Ne abbiamo discusso, cercando di capire la sua origine, ne abbiamo ascoltato le parole vive di coloro che, ogni giorno, subiscono, piccole e taglienti, che con il tempo si sono aperte ad una ferita più grande.
Ad un certo punto, nel chiasso solito dell’infanzia, ho invitato i 22 bambini a fare un attimo di silenzio. Serviva a noi volontari per capire come sarebbe continuata la nostra lezione, serviva a loro per sistemare le idee. Era ormai chiara la situazione e la scissione tra bulli e vittime, si vedeva anche solo dalla disposizione in cerchio che autonomamente avevano preso al nostro arrivo. Serviva fare di più, serviva fare meglio. Ho invitato i ragazzi, nella totale libertà, di alzarsi in piedi e dirigersi verso la persona che avevano ferito. Prenderla per mano e chiedergli scusa, in totale sincerità, spiegando il motivo per cui aveva in passato fatto determinate azioni. Da lì è incominciata una fase di metamorfosi surreale, pian piano i ragazzi si sono presi per mano, e con il cuore aperto e gli occhi lucidi hanno fatto pace. È la prima volta che ci succede, ed è stato meraviglioso. Praticare la gentilezza è la cosa più difficile che si possa fare, ma bisogna tornare bambini per far sì che essa diventi spontanea.

Noi, intanto, andiamo avanti con la sicurezza e la speranza che altri semi potremo distribuire e che, un giorno, lungo il viale potremo vedere bellissimi alberi crescere.

Alexia Giorato
Giovani CRI

Festa in piazza della Croce Rossa Italiana di Busto Arsizio

La Croce Rossa Italiana – Comitato di Busto Arsizio invita la popolazione a partecipare all’appuntamento annuale della Festa in Piazza i giorni 2 e 3 giugno 2018 prezzo Piazza San Giovanni a Busto Arsizio.

Qui di seguito il programma delle due giornate:

Sabato 2 giugno

  • dalle 15:30 stand per la salute, con intrattenimento per grandi e piccoli;
  • dalle 19:00 momento musicale con musica dal vivo

Domenica 3 giugno

  • dalle ore 9:00 alle ore 13:00 stand vari e percorso salute con la collaborazione dell’Associazione LILT e dell’Ospedale di Busto Arsizio;
  • ore 11:30 S. Messa in Basilica con benedizione dei Volontari e dei mezzi

Vi aspettiamo dunque numerosi in queste due giornate, dove potrete incontrare i nostri Volontari e toccare con mano le attività che la Croce Rossa svolge a favore della Comunità sul territorio cittadino e non solo!

La CRI di Busto Arsizio incontra i ragazzi del Liceo Crespi per una dimostrazione di Primo Soccorso

Il 31 Gennaio, un gruppo di volontari della Croce Rossa Italiana del Comitato di Busto Arsizio è stato invitato all’Assemblea d’Istituto del Liceo Crespi della medesima città.
Alla presenza di circa cento studenti sono state presentate le attività svolte dal Comitato, e nello specifico si sono illustrati i progetti che i nostri Giovani svolgono, come il servizio in pediatria con i piccoli degenti, l’animazione feste e, in collaborazione con l’area di supporto sociale e l’Unità di Strada, il servizio dedicato ai clochard dove vengono forniti un pasto caldo e delle bevande ai senza tetto della nostra città.
La giornata è proseguita con una dimostrazione di soccorso dove i ragazzi del liceo hanno provato in prima persona le varie manovre da svolgere in caso ci si trovi di fronte ad un arresto cardiaco. Divisi in gruppi, e con l’utilizzo di manichini appositi tutti hanno avuto l’occasione di simulare la procedura di rianimazione cardio-polmonare.
Successivamente si è passati alla presentazione ed esecuzione di un intervento su una persona vittima di un trauma. I liceali hanno sperimentato anche in questo caso come si utilizzano i vari presidi impiegati quotidianamente dal personale del soccorso.
L’incontro è terminato con una presentazione dell’Ambulanza, dove sono stati mostrati e spiegati tutti i vari elementi che la compongono, nonché le attrezzature presenti e il loro utilizzo.
Gli studenti si sono dimostrati molto interessati alle attività proposte, intervenendo con osservazioni e domande pertinenti; e chissà che il folto gruppo  che ha richiesto informazioni riguardo l’iscrizione per diventare Volontario di Croce Rossa non si presenti l’indomani al nuovo corso (e noi speriamo proprio di sì!).
 <br>

Pranzo di Natale

I Volontari delle Croce Rossa, da sempre vicini alle persone sole ed in difficoltà, organizzano per il giorno di Natale, un pranzo comunitario completamente gratuito, per dare la possibilità a ciascuno di trascorrere in compagnia un giorno speciale e festoso.

Questa iniziativa benefica, giunta alla settima edizione, grazie anche alla generosità e collaborazione di GINO, ANNA e MARCO del Ristorante Pizzeria Capri di Busto Arsizio e di diversi cittadini simpatizzanti che si uniranno ai Volontari per servizio ai tavoli ed animazione della giornata con tombolata e giochi vari.

La location scelta anche quest’anno, per il Pranzo di Natale, e messa a disposizione dalla Parrocchia del SS. Redentore, sarà la sala dell’Oratorio sita in via Rodari 25 a Busto Arsizio, addobbata a festa per l’occasione con tavoli ben apparecchiati che accoglieranno gli ospiti.

Per le persone che non sono automunite ed hanno difficoltà a raggiungere il luogo del pranzo è previsto un servizio gratuito di trasporto con auto della Croce Rossa.

Il programma del giorno è il seguente:

  • ore 11.00: un Volontario si recherà a casa degli ospiti che non possono raggiungere in autonomia il luogo del pranzo per garantire il trasporto alla Sala dell’Oratorio
  • ore 12.30/15.00 circa: “Pranzo di Natale”, con ricche e gustose portate, dall’antipasto al dolce, servite a tavola dai Volontari di Croce Rossa;
  • ore 15.00: giochi, tombolata e animazione;
  • ore 17.30: gli ospiti saranno riaccompagnati a casa.

Per prenotazioni o per chiunque volesse collaborare è possibile contattare la Croce Rossa Italiana – Comitato di Busto Arsizio al n. 0331.685050 int 1.

Per chi invece volesse contribuire con una donazione può effettuare un bonifico tramite Conto Corrente: IBAN IT20D0569622800000021000X28 – Causale PRANZO DI NATALE 2017 o direttamente presso la sede del Comitato di Busto Arsizio in Via Castelfidardo n. 17

CRI Busto: una mano tesa verso chi non ha casa

Una delle molteplici attività di Area 2 di Croce Rossa, che ha come finalità il supporto e l’inclusione sociale, riguarda il servizio di sostentamento alle persone senza fissa dimora.
A Busto Arsizio il progetto, ideato e realizzato circa 10 anni fa, da due volontari del Comitato, nel corso del tempo è divenuto impegno costante per questa componente dei Volontari del Soccorso, nonchè presenza riconosciuta e sostenuta dalle autorità comunali cittadine.
Con frequenza bisettimanale presso la sede di Croce Rossa vengono preparati circa quaranta panini al prosciutto e al formaggio ed altrettante confezioni di brioches,  biscotti e frutta. Si riempie infine una capiente tanica termica di the ben zuccherato, caldo o freddo, a seconda della stagione.
Ad integrare questa attività sociale, nei medesimi giorni ed orari – il martedì ed il venerdì – collaborano due note Associazioni cittadine, gli Alpini e la Caritas, offrendo un’appetitosa pietanza calda oltre che, nel caso della Caritas, la presenza dei propri volontari alla stazione centrale per la distribuzione dei piatti.
Nei mesi estivi, mancando al venerdì il supporto dell’Associazione Alpini, i volontari del Comitato di Via Castelfidardo, in possesso della necessaria certificazione HACCP, hanno messo a punto un proprio servizio di preparazione e distribuzione del pasto serale. Due cucinieri per turno, perlopiù giovani leve, ai fornelli della sede, realizzano un profumato minestrone arricchito con pasta di piccolo formato, per la cena ristoratrice di circa trenta persone.
Con questo carico di generi alimentari ed una buona scorta di bottiglie d’acqua, un’ambulanza attrezzata con gli usuali presidi di primo soccorso, oltre a coperte, scarpe e indumenti di vario genere, parte verso le 20,30 e raggiunge le due stazioni di Busto Arsizio.
Qui si raccolgono numerosi senzatetto di entrambi i sessi, di varie età e nazionalità. Alcuni sono frequentatori abituali con i quali si intrattiene volentieri qualche conversazione, altri capitano occasionalmente, qualcuno si accosta timidamente, prende da mangiare e subito si allontana.
Il minestrone, ben gradito dai presenti, viene prelevato con i mestoli dal contenitore termico, versato in apposite scodelle monouso e accompagnato da pane fresco: questo breve cerimoniale crea una calda atmosfera familiare di incontro.
Per un paio d’ore, ogni martedì e venerdì, durante tutto l’anno, i volontari sono lì, lungo i binari, a distribuire un pasto e un abito pulito, assieme alle strette di mano, ai sorrisi, all’ascolto.
In qualche occasione è necessario medicare una piccola ferita, misurare la pressione arteriosa, soccorrere un malore: sono momenti in cui l’assistenza si presta senza fretta, soffermandosi sul tocco carezzevole delle mani, sui gesti che rassicurano, sulle parole che confortano e avvicinano.