Il 22 agosto 1864 viene adottata la Prima “Convenzione di Ginevra” per il miglioramento delle condizioni dei feriti delle forze armate in campagna. Inizia così a diffondersi in tutto il mondo l’Emblema della Croce Rossa, simbolo universalmente riconosciuto. Successivamente, con le Convenzioni di Ginevra del 1949 e poi con il Terzo Protocollo addizionale del 2005, sono stati riconosciuti giuridicamente e autorizzati ufficialmente anche la Mezzaluna Rossa, il Leone e il Sole Rossi e il Cristallo Rosso.

La Prima Convenzione

Il documento, composto da dieci articoli e ispirato alle idee di Henry Dunant, ha gettato le basi del Diritto Internazionale Umanitario, stabilendo regole universali per la protezione delle vittime nei conflitti, l’obbligo di estendere senza alcuna discriminazione le cure a tutti i militari feriti e malati, il rispetto del personale medico, del materiale e delle attrezzature sanitarie attraverso l’Emblema distintivo a uso protettivo della Croce Rossa, fondata un anno prima. Un passo finalizzato, per quanto possibile, a rendere meno crudele la guerra e rispettare la vita e l’integrità fisica e mentale delle persone che non prendono, o non possono più prendere parte, alle ostilità. Proprio oggi, con un evento al Museo Internazionale della Croce Rossa, a Castiglione delle Stiviere, cui prenderà parte il Vice Presidente Rosario Valastro, sarà celebrata questa importante ricorrenza attraverso una “Conversazione” sulle Convenzioni di Ginevra.

L’Emblema

La croce rossa su fondo bianco viene adottata quale simbolo di protezione, riconosciuto a livello internazionale. L’emblema, privo di significato religioso, è dotato di una singolare carica umanitaria e rappresenta imparzialità e neutralità. Lo indossano i soccorritori nei teatri di guerra, nei conflitti, nelle emergenze. Ma anche gli operatori psicosociali, chi accoglie, chi aiuta, chi porta conforto, indossando quello a uso indicativo, accompagnato cioè dal nome della Società Nazionale per dimostrare il collegamento con il Movimento Internazionale della Croce Rossa e Mezzaluna Rossa (in questi casi si definisce logotipo).

E’ a pieno titolo un simbolo universale che va tutelato e la cui valenza va protetta. Per questo e molto altro, Buon Compleanno Emblema!

(vedi articolo originale)