Nel 2017, le statistiche Istat hanno mostrato in Italia un aumento dei decessi per incidenti stradali rispetto all’anno precedente. Quella che si consuma sulle nostre strade è una vera e propria strage che miete vittime e causa danni socio-economici inimmaginabili. Ieri i Giovani del nostro Comitato erano in piazza per commemorare la Giornata Mondiale delle Vittime della Strada attraverso una serie di attività incentrate sull’immagine e sull’esperienza in prima persona al fine di sensibilizzare la comunità ad un maggiore rispetto delle regole e delle norme di buona condotta in strada.
Camminando per le vie pedonali del centro era possibile incontrare i nostri Volontari truccati dai truccatori CRI a simulare vittime di incidenti avvenuti per disattenzioni e mancato rispetto di regole del codice della strada.
Inoltre, in piazza Vittorio Emanuele II è stato allestito uno stand per l’attività QUIXA, attraverso la quale è possibile vivere in prima persona l’esperienza di un incidente stradale e in particolare rendersi conto cosa succede all’interno di un’ambulanza ogni volta che ciò avviene.
Esposte anche su pannelli numerose statistiche e fotografie di incidenti stradali, affinchè attraverso le immagini, talvolta forti, si possa far nascere una coscienza pubblica più attenta alla sicurezza delle strada e di chi le utilizza.